Vedi Napoli e poi..ci torni!

Il detto dice ‘’Vedi Napoli.. e poi muori’’, in realtà io vorrei tornarci il prima possibile.

Una tre giorni all’insegna della cultura (tanta!), del buon cibo (tantissimo!) e del relax.

Ecco il breve racconto del mio viaggio, con tantissimi spunti su ciò che si può fare in questa bellissima città!

Ho soggiornato nel quartiere di Mergellina, sul lungomare, perché amo sentire il rumore delle onde al mattino appena sveglio e alla sera prima di dormire. Mergellina è inoltre un ottimo punto di partenza per visitare Napoli perché è abbastanza vicina al centro (facilmente raggiungibile con una bella camminata) ma, per i più pigri, ha anche una stazione metro molto comoda.

Il primo giorno ho raggiunto a piedi, camminando sul pedonale lungo la costa, lo splendido Castel dell’Ovo e il Borgo Marinai. Da qui si può proseguire sempre a piedi verso la famosissima Piazza del Plebiscito, il simbolo della città. Con tutto questo camminare, anche lo stomaco richiede la sua ricompensa…non potevo quindi saltare uno spuntino da Gambrinus, uno dei caffè più storici di Napoli. Se entrate vi consiglio una buona sfogliatella calda…solo a parlarne mi torna fame! Da qui si può proseguire per via Roma e via Toledo, le vie dello shopping, dei negozi e dei tanti barettini dove si possono fare gustosi spuntini. La sfogliatella non mi ha riempito abbastanza, quindi ho deciso di prendere un Cuoppo da Sofi, un cono di frittura con zeppole, panzarotti, arancini di riso oppure pesce. Poca spesa e una buonissima resa, come si direbbe! 

Continuando su via Toledo, si incontra una delle stazioni della metropolitana più belle e conosciute al mondo, che si chiama appunto Toledo. Consiglio di scendere a vederla, ne vale davvero la pena, anzi sicuramente incontrerete tantissime altre persone, che come voi, scenderanno e saliranno dalle scale mobili solo per ammirare quest’opera d’arte, con la testa all’insù.

La stanchezza inizia a farsi sentire..si torna comodamente all’hotel con la metro!

Un’altra comodità di aver scelto Mergellina è che sul litorale ci sono tanti ristoranti tradizionali, ottimi per la cucina di pesce o pizza, c’è l’imbarazzo della scelta!

Il secondo giorno è stato quello più intenso. C’è così tanto da vedere a Napoli!! E’ il giorno di Spaccanapoli, la via dove ci sono tutte le botteghe caratteristiche. Lungo questa strada, consiglio una sosta al Monastero di Santa Chiara con il meraviglioso chiostro maiolicato. Si raggiunge piazza San Domenico, ottimo punto per fare una sosta spuntino da Scaturchio: qui potrete assaggiare uno dei migliori babà napoletani. Sempre in questa piazza troverete una chiesa..da fuori non sembra nulla di speciale, ma vi consiglio di entrare! Rimarrete affascinati dal soffitto a cassettoni decorato in oro. Da rimanere a bocca aperta! Uscendo dalla chiesa mi sono diretto alla Cappella Sansevero dove all’interno è custodito il Cristo Velato. Dopo averlo visto dal vivo, penso che sia una delle statue più belle che io abbia mai visto nella mia vita, è così dettagliato che quasi sembra reale, vero. Mi sono diretto poi verso San Gregorio Armeno, la via conosciuta per i presepi e i suoi artigiani. In queste strade si può toccare con mano tutto il senso artistico e la goliardia dei Napoletani!! E’, inoltre, una sosta ottima per l’acquisto di qualche souvenir, c’è l’imbarazzo della scelta! Alla fine della strada si incontra via dei Tribunali che conduce al Duomo. Anche in questo caso consiglio una visita, soprattutto perché all’interno è custodito il Tesoro di San Gennaro. Per chi non soffre di claustrofobia consiglio vivamente la visita a Napoli Sotterranea: non si può lasciare la città partenopea senza aver visitato i suoi cunicoli sotterranei ricchi di storie e curiosità!

Il terzo e ultimo giorno l’ho dedicato alla Napoli dall’alto. Dalla stazione di Montesanto si può prendere la funicolare per poi raggiungere il castello di Sant’Elmo. Da qui si gode di una veduta spettacolare di tutta Napoli. Rientrando, si potrà visitare il quartiere Vomero, quello più ‘’in’’, con boutique, negozi e ristoranti..una passeggiata davvero molto piacevole. 

Prima di concludere la vostra vacanza, non dimenticatevi di fermarvi a mangiare una pizza da Michele, una margherita o una marinara, la vera pizza napoletana!

Sono stati tre giorni intensi, ma sicuramente indimenticabili.

Napoli è una città dalle mille sorprese, rimarrete sicuramente affascinati!

Andrea

2020-06-15T09:04:24+00:00

Leave A Comment

Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo ad essere aggiornato sulle nostre ultime vantaggiose proposte di viaggio. Compila il form sottostante!

Cliccando su "ISCRIVITI" accetti di ricevere la nostra newsletter (
Leggi l'informativa completa
)


Accetto B


Accetto

close-link